Talvolta capita di vedere cose e si capisce subito che si tratta di esperienze uniche e irripetibili. Queste storie continueranno ad essere raccontate anche quando non si è più attorno al fuoco da campo.

Dan White

Il miglior regalo mai ricevuto

20 gennaio 1984 • Inghilterra
Condividi:

“Avevo otto anni e si stava avvicinando il Natale. Non vedevo dunque l’ora che arrivasse il grande giorno.”

Mi era stato detto che, poiché ero stato bravo, potevo ricevere in regalo il mio primo binocolo per fare birdwatching insieme a mio zio. Fino ad allora avevo utilizzato un telescopio a mano libera 10-30×30 che mio fratello mi aveva prestato durante gite precedenti. Possedere un vero e proprio binocolo per adulti era davvero straordinario! Cinque giorni prima di Natale venni quindi accompagnato al negozio per scegliere il mio binocolo preferito.

Volevo un binocolo grande per adulti per poter diventare anch’io un vero e proprio birdwatcher. Guardai gli articoli esposti nella vetrina e, sul ripiano più in alto, c’era un grande binocolo 10×50, che splendeva illuminato dalle luci del negozio. Pensai che era quello che faceva per me e me ne innamorai subito. Mia madre tentò di suggerire qualcosa di più adatto alla mia età (mi chiamavano “stecchino” tanto ero mingherlino) ma avevo già preso la mia decisione. Volevo quel binocolo 10×50 in quella scatola bianca esposto nel ripiano più in alto. Come mi attendevo, la mattina di Natale di buon ora notai il mio regalo sotto l’albero, ma non mi era permesso di aprirlo fino alle 7, quando i miei genitori si sarebbero svegliati.

Facevo fatica a contenere la contentezza ma finalmente arrivò il momento tanto atteso. Aprii dunque il regalo, indossai tutto ciò che potevo per stare caldo e trascorsi il resto della giornata nel giardino dietro casa a osservare con il mio binocolo tutto e un po’ di tutto. Avevo il naso e le dita delle mani e dei piedi intirizziti ma non mi importava. Possedevo il mio primo binocolo e l’adoravo!

Da allora, quel binocolo mi ha regalato tanti momenti memorabili. Non è infatti un semplice binocolo, è un tesoro di ricordi e i ricordi non si comprano al negozio. 

Prossima storia